Parlano di Noi, Gruppo Bottero competenza e tecnologia nel vetro

 

La Bottero di Cuneo (www.bottero.com) rinnova in questi giorni la sua partecipazione a Vitrum 2019, l’immancabile appuntamento milanese per gli specialisti del vetro di tutto il mondo, dove saranno poste in evidenza anche le ultime innovazioni di prodotto della multinazionale.

Competenze e tecnologia avanzata fanno del Gruppo uno dei più grandi protagonisti a livello mondiale nel settore della lavorazione del vetro e l’unico che integra il business delle macchine formatrici per il vetro cavo, degli impianti speciali e delle macchine per la lavorazione del vetro piano. Fornisce macchinari e impianti dedicati, dal vetro piano monolitico e laminato alla produzione di contenitori in vetro (bottiglie di varie dimensioni e forma, vasi, flaconi per il mercato pharma,

cosmetica, ecc.), dalla realizzazione di linee complete per la produzione di lastre float e laminato, ad intere linee di movimentazione e stoccaggio.

 

Nata nel 1957, Bottero è oggi specializzata nella produzione di macchine e impianti (anche) a ciclo continuo h24, 365 giorni all’anno. Conta su una forza lavoro di oltre 800 dipendenti e genera un fatturato che sfiora i 200 milioni euro/anno. Il 90% della produzione industriale di Bottero trova collocazione sui mercati esteri. In oltre 60 anni di storia, ha consolidato la propria posizione nel mercato di riferimento.

“Una leadership che è confermata dall’espansione avuta dal Gruppo - dichiara Marco Tecchio, Chief Executive Officer- arrivato a collocare le proprie macchine in oltre 100 Paesi, con più di 50mila installazioni attive nel mondo”.Tramite la Business Unit Vetro Piano, Bottero mette al servizio dei clienti la sua lunga esperienza in ambito macchine e linee integrate per la lavorazione del vetro.

L’offerta di prodotto comprende macchine e sistemi per il taglio del vetro float e laminato, per la gestione automatica del magazzino, per la molatura e la foratura ovvero, più in generale, tutto quanto riguarda la lavorazione del bordo del vetro, ambiti nei quali emerge la lunga esperienza di Bottero.

Alla Fiera Vitrum, Bottero presenta due importanti innovazioni di prodotto: la Flex Edge ed il 548LAM. La Flex Edge rappresenta il top di gamma nell’ambito delle macchine di molatura grazie alla flessibilità di configurazione dei mandrini per soddisfare i più elevati standard di processo richiesti dal mercato; il 548LAM è il banco da taglio per vetro laminato oggi più ricercato al mondo per il livello qualitativo del prodotto finito, per la velocità e il livello di automazione del processo.

E sono proprio automazione ed intelligenza artificiale a fare da padrone nella gamma prodotto di Bottero, dove l’esperienza viene tradotta in funzionalità subito disponibile per il cliente, in grado di guidarlo nella produzione di tutti i giorni, ma anche di supportarlo nell’arco di tutto il ciclo di vita del prodotto.

Bottero è costantemente impegnata nel soddisfare al meglio gli attuali trend di mercato e si basa su quelli futuribili per indirizzare il suo centro di R&D nello sviluppo dei nuovi prodotti.

Sviluppi legati ad una riduzione generale dello spessore dei prodotti finiti, ma anche ad un aumento medio delle loro dimensioni e resistenza per soddisfare le più attuali esigenze architettoniche.

In aggiunta a questo va sottolineato il fatto che il vetro è un materiale sempre più nobile, legato all’industria dell’elettronica con applicazioni che vanno dagli schermi di tablet, smartphone e TV fino alle applicazioni “foldable” di prossima generazione, quali dispositivi elettronici e pannelli solari pieghevoli.

 

Con la Business Unit Engineering, Bottero cura la progettazione, costruzione e installazione di linee di processo in continuo per la lavorazione del vetro piano. Dal 1974 l’unità è stata capace di realizzare progetti per linee float, linee coated (vetro basso emissivo detto anche low emission), linee laminate, linee per vetro solare, linee di processo(off-line) e linee speciali. Un totale di più di 400 progetti divenuti linee produttive installate in tutto il mondo, prova della fiducia e del rispetto che Bottero ha saputo conquistarsi sui mercati. I clienti Bottero hanno ben chiaro che la produzione di successo dipende dalla costante ricerca di nuovi modi per ottimizzare le operazioni sulla linea. In passato, ciò significava trascorrere mesi esaminando ogni singolo processo, testando e ricontrollando idee innovative e infine implementando i cambiamenti. Oggi Bottero, con il proprio “Manufacturing Analytics”, libera la produttività e la redditività delle proprie linee a beneficio della clientela. Non è tutto. Utilizzando le tecniche di analisi dei Big Data con algoritmi di intelligenza artificiali, l’Engineering Bottero è in grado di spingere la produttività delle linee esistenti e il design di quelle nuove a livelli di performance mai visti prima, in termini di qualità e prestazioni, senza sottovalutare il risparmio energetico. Da non trascurare infine l’applicazione del concetto “Digital Twin”, con cui Bottero sta digitalizzando tutte le proprie linee per avere in fase di offerta/progettazione un processo di simulazione del comportamento della futura linea assolutamente aderente alla realtà.

Interessanti sviluppi accompagnano l’azienda anche nella Business Unit Vetro Cavo, dove Bottero sta crescendo più del mercato grazie anche ad una situazione finanziaria solida che consente all’azienda di investire in nuovi macchinari, hardware, software e risorse. Anche in questo settore la multinazionale cuneese ha raggiunto obiettivi importanti in termini di innovazione e sviluppo prodotto. L’azienda ha potenziato e messo a punto in questi anni pacchetti tecnologici che possono sicuramente essere considerati lo stato dell’arte del processo produttivo dei contenitori di vetro cavo, con particolare riferimento e cura di due aspetti fondamentali: automazione e raffreddamento.

Nell’automazione, Industria 4.0 non è l’obiettivo per Bottero, ma lo strumento a disposizione per realizzare la macchina dei prossimi anni, in grado di funzionare in modalità completamente automatica, autocorreggendo derive rispetto al processo di produzione ottimale. Sotto l’aspetto del raffreddamento, l’obiettivo è fornire sempre più macchine innovative e diversificate capaci di lavorare vetro fuso e restituire in pochi secondi un contenitore di vetro formato. Una leadership che il mercato mondiale riconosce: negli ultimi due anni, quasi tutti gli investimenti delle principali vetrerie italiane sono stati fatti scegliendo Bottero come fornitore tecnologico prima ancora che come fornitore di macchinari.

Ordini significativi all’estero sono stati acquisiti in vari mercati asiatici e sudamericani.

In particolare, in Europa, che resta il mercato più importante per l’azienda, un gruppo vetrario attivo nel settore pharma/liquori/profumeria, dopo aver acquistato per anni macchinari Bottero in maniera indipendente per i vari stabilimenti nei diversi Paesi, ha deciso di stipulare un accordo quadro, che legherà le due aziende con un piano di investimenti pluriennale su più siti produttivi.

Data:
30 set 2019
Pubblicato da:
corporate
Settore di interesse:
Corporate
Condividi su:
In oltre 60 anni la multinazionale cuneese ha conquistato la leadership dell’industria del vetro: le sue macchine sono installate in tutto il mondo.